lunedì 24 settembre 2012

Pasta all'aragosta con pomodorini e erbe aromatiche



Mettete una mattina, a Barcellona.



Mettete un favoloso mercato coperto, la Boqueria, Paradiso di ogni foodie e non, anzi diciamo pure Paradiso in generale.


Ecco, quella mattina ci sentivamo golosi e così siamo ritornati a casa con due splendide aragoste, vive ovviamente, che sarebbero diventate di lì a poco il nostro pranzo.
Ok, ok, ok, uccidere le aragoste è crudele, ma sono così buone che lo si dimentica presto.
E poi basta farle uccidere dal pescivendolo, sempre che lo faccia.
Noi abbiamo preferito farlo da soli, bisognerà pur impare, no?


(Il video ve lo risparmio, anche se potrebbe essere molto utile, sia mai che mi ritrovi degli animalisti inferociti sotto casa, dato che già sono sulla loro lista nera meglio non rischiare!)
;)

Ingredienti per 4 persone:
1.2 kg circa di aragosta (noi ne abbiamo prese due diverse)
1 pugno di pomodorini talmente belli che erano tutti della stessa dimensione
3 piccoli cipollotti
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di erbe aromatiche (basilico, erba cipollina, timo)
Olio evo q.b.
Sale q.b.

Preparazione:
abbiamo deciso di cucinare in padella l'aragosta più piccola, quella del mediterraneo, così dopo averla uccisa in un solo colpo, conficcandole il coltello nella testa, l'abbiamo divisa a metà.
Il mio moroso non sarebbe d'accordo nell'utilizzo del plurale dato che lo sporco lavoro l'ha dovuto fare lui :)
Cuocere l'aragosta dalla parte tagliata in una padella antiaderente contenente un filo d'olio evo ed un trito fatto con un cipollotto e gli spicchi d'aglio, la cottura varia secondo il peso dell'aragosta, ma dato che dopo sarebbe finita nella pentola del sugo, un 7/8 minuti sono bastati.


Alla seconda aragosta è toccata invece la fine più classica, e cioè è stata bollita per una ventina di minuti (anche qui il tempo di cottura dipende dal peso, fatevi sempre consigliare da chi la comprate) in acqua aromatizzata con un cipollotto tagliato a metà.



Dopo aver spolpato entrambi i crostacei, abbiamo trasferito il fondo di cottura dell'aragosta più piccola in una seconda padella antiaderente, abbiamo aggiunto un secondo cipollotto tritato e poi i pomodorini tagliati a metà e la polpa delle aragoste tagliate a bocconcini, abbiamo fatto saltare per qualche minuto ed insaporire bene, poi abbiamo terminato con un trito di erbe aromatiche.
Abbiamo cotto la pasta (delle ottime reginette) al dente e l'abbiamo condita con il nostro favoloso sugo, un'ultimo pizzico di erbe aromatiche tritate et voilà!

Buona  settimana a tutti!

19 commenti:

Claudia ha detto...

Eh lo so.. sembra cattiveria.. ma che vuoi fare.. è il ciclo della vita.. e poi l'aragosta è troppo buona!!!! pranziamo assieme! l'ora è giusta.. smack cara.. buon lunedì

l'albero della carambola ha detto...

Lo conosco bene quel mercato: hai ragione, è un paradiso per i foodies! Mi piace molto la tua ricetta. Brava!
simo

Chiara Setti ha detto...

Che esperienza Meggy!! io non l'ho ancora provata ma mi sono sempre ripromessa di farlo...
Questa pasta però l'ho mangiata molte volte al ristorante ed è favolosa!! Farsela in casa dev'essere una grossa soddisfazione. Bravissima!

Manuela ha detto...

Ciao cara, non rammaricarti per la povera aragosta.... gli hai fatto fare proprio una fine degna di lei!! Questa pasta è favolosa!! UN bacione.

Flò ha detto...

Aragosta dà un gusto ai piatti eccezionale...io le prendo surgelate, non riesco ad ucciderle! ottima ricetta!

Lacucinaimperfetta di Giuliana ha detto...

Che piatto favoloso, da non lasciarne neanche un grammo!!!

Federica ha detto...

Di cuocere l'aragosta non so se avrei mai il coraggio ma di mangiare un bel piatto di queste fantastiche reginette lo avrei anche a occhi chiusi :D! Che prifumino...Un bacione, buona settimana

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

io personalmente non ho ancora mai cucinato l'aragosta , ma tu hai creato un bel e gustosissimo piatto..
lia

SQUISITO ha detto...

wow...una pasta super chic!
buonissima!
alla prossima!

Raffaella ha detto...

Ahahahahah! Che ridere quest'avventura "aragostiana"! :°)
Complimenti, è effettivamente valsa la pena di sacrificare questi bei crostacei! *_*
Ciao cara!

Isabeau ha detto...

Che dire, uan ricetta davvero gustosa!

Nel cuore dei sapori ha detto...

un primo piatto gustosissimo,complimenti!!

Valentina ha detto...

spettacolare questo piatto! e io che faccio la spesa alla Boqueria posso capirti!!

stefy ha detto...

hai ragione....la pasta con l'aragosta è uno spettacolo....buona e gustosa....un bacio

Dolcemeringa Ombretta ha detto...

cattiveria o no le aragoste sono una vera delizia e nella pasta mi piacciono davvero tanto!!!!! se poi sono belle polpose mamma che bonta'!!!
baci

Manuela e Silvia ha detto...

Bè per un piatto così il sacrificio delle aragoste ne è valso la pena! Semplice e perfetto nella sua leggerezza! Complimenti.
baci baci

Orodorienthe ha detto...

ciao volevo invitarti al nostro concorso
http://orodorienthe.blogspot.it/2012/10/buongiorno-tuttei-voi-e-con-viva-e.html

mango dash ha detto...

Hey, very nice site. I came across this on Google, and I am stoked that I did. I will definitely be coming back

here more often. Wish I could add to the conversation and bring a bit more to the table,but am just taking in as

much info as I can at the moment. Thanks for sharing.

Mango Drinks

Annalena ha detto...

Complimenti per il tua blog.Gli articoli sono molto interessanti e le ricette buonissimi:-)
Saluti da Marlengo, Annalena

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...