lunedì 17 settembre 2012

Pulpo a la Gallega e buon (re)inizio!



E così anche settembre è arrivato, anzi diciamo pure che se ne sta quasi andando, lasciando posto ad un nuovo autunno.



Finite le vacanze, le giornate al mare e le notti passate a guardare le stelle si torna alla realtà, chi a scuola, chi al lavoro, chi come me, alla ricerca di una nuova occupazione.
Per me settembre è più l'inizio di un nuovo anno di quanto lo sia gennaio.
Diciamo che questo 2012 è stato un anno ... interessante.
Doloroso, faticoso, stressante, ma anche divertente, stimolante e pieno.
Ho conosciuto nuove persone, fatto nuove esperienze, preso parte a situazioni che mai avrei pensato potessero capitare a me.
A breve, tra qualche mese, ci saranno delle grandi novità e spero vi piaceranno ed  entusiasmeranno come hanno fatto con me (per  la cronaca: niente bimbi in arrivo, mi sto ancora allenando con la mia bellissima "nipotina" e questo per ora mi basta) :D

Sono appena tornata da Barcellona dove ho passato 5 splendidi giorni all'insegna del buon cibo, dell'arte e delle scarpinate infinite assieme ai migliori amici che ci si possa augurare di avere, la ricetta di oggi è un omaggio alla vacanza trascorsa, alle sue tapas e ai suoi inifiniti colori ... ecco di cosa parlo:


... e dato che la nostalgia si sta già facendo sentire, ecco a voi la ricetta di uno dei piatti simbolo della Spagna, il Pulpo a la Gallega, una sorta di insalata di polpo e patate aromatizzata con pimenton o paprika:

Ingredienti per 4 persone:
1,8/2 kg di polpo decongelato (oppure fresco e congelato per 2 giorni) - ciò aumenterà la morbidezza della carne
1 cipolla rossa
4 patate medie
Paprika dolce e forte q.b.
Olio evo q.b.
Sale q.b.

Preparazione:
portare ad ebollizione una pentola d'acqua aromatizzandola con la cipolla sbucciata e tagliata in quarti, dopodichè immergere il polpo tenendolo con una pinza per un paio di secondi e poi tirarlo fuori, ripetere l'operazione per 3 volte, lasciare quindi cuocere a fuoco medio per 50 minuti, dipende dal peso del polpo.


Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il polpo nella sua acqua, dopodichè estrarlo e cuocere le patate tagliate a tocchetti o a fette nella stessa acqua aggiungendo un pizzico di sale, per 15 minuti circa o comunque finchè non saranno morbide.
Scolare le patate e sistemarle su un piatto da portata, cospargerle di olio evo e paprika, dopodichè tagliare a tocchetti i tentacoli del polipo (le ventose potete toglierle come no), la testa tagliatela a striscioline o utilizzatela per un sugo di pesce) e conditelo come le patate, terminando con un pizzico di sale.

E allora ben ritrovati e buon reinizio a tutti!
Un abbraccio,
Meggy

24 commenti:

ELENA ha detto...

ottima ricetta buonissima!!!

Letiziando ha detto...

Davvero un gran piatto e poi lo vedo proprio all'ora giusta ;-)

Un abbraccione bella

Federica ha detto...

Ciao cucciola, che bello rileggerti e soprattutto sentirti così carica e piena di vita :) Stuzzicantissimo questo rientro, sai che con i piatti di pesce mi prendi per la gola e qui è di rigore anche una signora scarpetta. Un bacione, buona settimana ^__^

Claudia ha detto...

Bentornataaaaaaaaaaaa!!!! attendiamo le tue interessanti novità!!! Intanto interessante questa ricetta.. io stra-adoro il polpo!!!! baci carissima :-)

Vanessa ha detto...

Davvero un'ottima insalatina di polpo!!!...super gustosa!!!

Ti auguro tuto il bene cara!!!...in bocca al lupo!

Lacucinaimperfetta di Giuliana ha detto...

Buon reinizio e complimenti per quetsa super ricettona!

letizia ha detto...

Ben tornata!!!
Ottima ricetta, mi hai talmente incuriosita che la preparerò al più presto!
Buona giornata

Valentina ha detto...

caspita abbiamo perso l'occasione di conoscerci qui a Barcelona! adoro questo polpo!

l'albero della carambola ha detto...

...cosa mi hai ricordato...che meravigliosa ricetta...! bravissima come sempre
un saluto
simo

Acquolina ha detto...

bentornata! che bella ricetta per cominciare, sempre stuzzicante!!! ciao :-)

Paola ha detto...

Bentornata :) Anche per me vacanze spagnole quest'anno :) Ero a Madrid e ovviamente anche io ho fatto il mio (mini)giro di tapas :)
Il pulpo alla gallega non l'ho provato, ma a vederlo dalla ricetta deve essere buono :)

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Che spettacolo !!! Ottima ricetta e bentornata ...
Ciao Meggy un bacione dai viaggiatori golosi ...

IsaB. & C. ha detto...

A questo punto cara Meggy un grandissimo in bocca al lupo anche a te, e sono curiosissima di conoscere le tue entusiasmanti novità! Davvero la pensiamo allo stesso modo riguardo a settembre!! Buono il piatto spagnolo, e bella la Spagna! Io sono stata a Barcellona purtroppo solo per poche ore, mia sorella invece poche ore fa è partita per Valencia!!

speedy70 ha detto...

ben ritrovata cara Meggy, vedo che sei partita alla grande!!! Un abbraccio!!!

Francesco Maula ha detto...

Ricetta semplice e deliziosa, il polpo è fantastico, vorrei farlo come lo fanno in Croazia, sotto la cenere per ore, acquista una consistenza fantastica. Il tuo è veramente bello, complimenti anche per il tuo blog, belle ricette e belle foto. ciao!

Serena ha detto...

Innanzitutto in bocca al lupo per i tuoi progetti (di cui spero ci parlerai, sono curiosa!) e per la ricerca di un nuovo lavoro. E poi grazie per avermi ricordato questa meravigliosa ricetta per cucinare il polpo, che, nella mia bramosia di straziare la versione tradizionale con salse agrodolci et similia, avevo dimenticato!

rossella ha detto...

una volta superato lo "scoglio" (è proprio il caso di dirlo! ;)) di cucinare il primo polpo, e visto il successo che riscuote a casa mia, credo che questo possa essere riproposto quanto prima seguendo la tua ricetta!
Grazie.. :)

Nadji ha detto...

Une recette originale et pleine de saveurs.
A bientôt

Lory B. ha detto...

Ciao Meggy!! Bentornata!!!!!!
Non vedo l'ora di conoscere le novità, sicuramente bellissime!! Nel frattempo mi gusto questo polpo meraviglioso!!!!
Ti abbraccio stretta stretta e tanti baci!!

sississima ha detto...

in Spagna si mangia bene, questa ricetta non la conoscevo ma la provo di sicuro, un abbraccio SILVIA

Damiana ha detto...

E a Napoli si chiamano "purpi",si notano le nostre origini spagnole??E tu sei stata bravissima a riproporlo,mi mancava con quella spolverata di paprika!!Ti auguro un anno splendido tesoro,te lo meriti e son sicura che avrai mille soddisfazioni!!Baci bella bionda!!

Puffin ha detto...

che bel rientro Meggy!! un piacere rileggerti, a presto!
Sono curiosa di conoscere le novità ^_- baciotti

Federica Simoni ha detto...

ma è stupenda questa ricetta!!!!la segno!baci!

Zucchero e Farina ha detto...

bentornata! che rientro alla grande cn questa ricetta, baci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...